Traumi e Ferite

CORPI ESTRANEI - ORECCHIE



La presenza di un corpo estraneo nell'orecchio è un problema piuttosto comune, specie nei bambini e nelle persone anziane, ma può capitare a chiunque. I corpi estranei possono essere di natura animale ( insetti o larve di mosche o zecche) e inerti ( perline, sassolini, piccoli oggetti, giochini, parti di cotton-fioc, etc). Possono essere di natura igroscopica come i semi che vanno incontro a rigonfiamento per l'umidità del condotto uditivo esterno rendendone più complessa la rimozione. Sebbene il cerume non sia tecnicamente un corpo estraneo, spesso si accumula nel condotto uditivo e può causare disagio o diminuzione dell'udito, proprio come avviene nel caso di altri corpi estranei. 
A causa della particolare conformazione anatomica del condotto uditivo esterno l'estrazione richiede sempre manovre delicate.


SINTOMI

Un corpo estraneo nell'orecchio può dare origine a diversi sintomi:

  • dolore
  • infezione auricolare. In tale situazione, è possibile notare un continuo drenaggio dall'orecchio di materiale purulento.
  • diminuzione dell'udito dal lato colpito.
  • irritazione a carico del condotto uditivo che può causare nausea e, talora vomito.
  • sanguinamento  specie se l'oggetto è appuntito o qualora si tenti di rimuoverlo inserendo qualcos'altro nell'orecchio.
  • ronzio se nell'orecchio è presente un insetto vivo

COSA FARE

Nella maggior parte dei casi, è necessario recarsi al pronto soccorso o dal proprio curante per la rimozione ma non in regime di urgenza perchè la presenza di un corpo estraneo nell'orecchio non rappresenta un pericolo per la vita del paziente. L'urgenza della situazione dipende primariamente dalla sede dell'oggetto e dalla sostanza coinvolta. Le batterie a bottone, che si trovano comunemente nei piccoli dispositivi e nei giocattoli, possono decomporsi e rilasciare  sostanze chimiche che causano ustioni; in tal caso è consigliabile una rimozione urgente. L'urgenza vi è anche in caso di materiale alimentare o vegetale (come i fagioli), poiché tendono a gonfiarsi in presenza di ambiente umido o se la presenza dell' oggetto è fonte di estremo dolore o disagio.

Nel caso di presenza di insetto vivo, la cui presenza è fastidiosa per il ronzio, è sufficiente inserire nell'orecchio alcune gocce di olio minerale (es. olio di vaselina) che uccideranno l'insetto e consentiranno all'individuo di recarsi presso lo studio del medico per ulteriori cure in tutta calma e tranquillità.


COSA NON FARE

Non fare nessun tentativo di estrazione usando pinzette o altri strumenti improvvisati. Spesso il corpo estraneo è di forma sferica, o comunque incuneato nel condotto uditivo esterno ( residuo di cotton fioc, palline, ecc…); il tentativo di estrazione potrebbe spingerlo ancora più in profondità, e  danneggiare il condotto uditivo e il timpano. La corretta manovra di estrazione va fatta da personale medico competente, con il lavaggio auricolare o con appositi strumenti (uncini da corpo estraneo, pinze auricolari di Hartmann, aspiratori auricolari ecc.).