Traumi e Ferite

CORPI ESTRANEI - OCCHI



Capita di frequente che ciglia, sabbia, moscerini, o altri piccoli corpuscoli finiscano nell'occhio. I sintomi compaiono subito, ma talvolta possono comparire anche dopo 12- 24 ore. I casi più gravi sono quelli in cui finiscono nell'occhio schegge di legno (come può accadere per colpa di una macchinetta tosaerba) o schegge di vetro (come può accadere per un incidente stradale). Grave anche il caso in cui l'occhio viene a contatto con sostanze chimiche. Questo caso specifico viene trattato nella sezione apposita SOSTANZE CHIMICHE  - OCCHI


COSA NON FARE

Non strofinare l'occhio, NON usare acqua borica o soluzione di acido borico.


COSA FARE

Nel caso sia entrata nell'occhio una scheggia o un oggetto appuntito o quando il bulbo oculare sanguina, bisogna recarsi al pronto soccorso. Se invece nell'occhio è entrata sabbia o del pulviscolo, il modo migliore per effettuare la rimozione  è quello di risciacquare l’occhio con una soluzione per il lavaggio dell’occhio o se non disponibile, con acqua del rubinetto. Se questo non fuoriesce, bisogna tentare la rimozione manuale con un fazzoletto o un disco di cotone, facendo molta attenzione a non graffiare l’occhio, guardando nella direzione opposta a quella dove è presente il corpo estraneo, in modo da proteggere la cornea (se è nella palpebra superiore, guardando verso il basso, e vice versa).