Malattie

SUDAMINA



COS’E

La sudamina è un’eruzione cutanea che si manifesta con piccoli ponfi rossi associati talora a piccolissime vesciche sulla pelle del bambino quando si surriscalda. Si può manifestare a tutte le età ma è molto più frequente nei neonati soprattutto in tarda primavera-estate quando il clima è caldo e umido, ma può comparire anche in inverno, se il bambino indossa vestiti troppo pesanti o ha la febbre. La sudamina non è una malattia e pertanto non è contagiosa. 


CAUSE

La causa della sudamina è da attribuire al sudore che non fuoriesce a causa dei pori ostruiti, in tal modo si sviluppa la sudamina. I neonati e i bambini piccoli sono più soggetti a questo disturbo perché hanno i pori più piccoli. Non è un pericolosa ma è il segnale che il bimbo è surriscaldato e che potrebbe andare incontro ad un colpo di calore. 


SINTOMI

La sudamina viene suddivisa in tre tipologie:

  • Miliaria rubra: è la forma più comune di sudamina. L'ostruzione dei dotti delle ghiandole sudorifere causa il rilascio di sudore negli strati più profondi della pelle provocando una locale reazione infiammatoria caratterizzata dalla formazione di vescicole puntiformi pruriginose che rendono la zona colpita arrossata e ruvida
  • Miliaria cristallina: forma di sudamina che riguarda le aree più superficiali. È la forma più leggera di sudamina, localizzata a livello superficiale. Le vescicole, puntiformi, sono caratterizzate dall'assenza di stato infiammatorio, manca perciò spesso il prurito e il rossore
  • Miliaria profonda: è la forma più grave di sudamina perché va a coinvolgere gli strati più profondi dell'epidermide poiché l'ostruzione dei dotti delle ghiandole sudorifere è avvenuto negli strati profondi dell'epidermide. Questo tipo di sudamina si presenta con papule di più grosse dimensioni rispetto alle altre forme di sudamina, localizzate ad un livello più profondo che spesso possono essere causa di bruciore o dolore e sfociare nella formazione di piaghe cutanee

Le bolle si presentano più facilmente nelle pieghe della pelle e nelle parti del corpo dove i vestiti sono più stretti, inclusi il petto, la pancia, il collo, il cavallo e le natiche. Se il bambino indossa abitualmente il cappellino l’eruzione può talvolta diffondersi anche sulla fronte o sul cuoio capelluto. 


DIAGNOSI

La sudamina viene diagnosticata clinicamente.


TERAPIA

Non trattandosi di patologia non bisogna somministrare farmaci e neppure pomate sull'eruzione cutanea perchè trattenendo acqua a livello della pelle, potrebbero peggiorare la situazione. Nei casi più severi è bene comunque consultare il medico.

È consigliabile:

  • rinfrescare il bambino spogliandolo
  • portarlo in una stanza areata o in un posto ombreggiato.
  • fare un bagnetto tiepido con un po’ di bicarbonato (1 cucchiaino ogni 2 litri d’acqua).
  • asciugare tamponando delicatamente con un asciugamano morbido
  • se di notte fa troppo caldo usare un condizionatore o un ventilatore nella camera del bambino prestando attenzione che il getto d’aria non sia diretto sul bambino
  • tenere il bambino alla giusta temperatura, vestendolo con indumenti larghi e leggeri, specialmente quando fa caldo, preferendo tessuti naturali, come il cotone
  • mantenere una giusta idratazione anche con allattamento a richiesta se il piccolo è allattato al seno, proponendo spesso acqua al bimbo già svezzato, soprattutto nelle giornate più calde

SCUOLA E SPORT

Non essendo la sudamina contagiosa non c’è allontanamento dalle comunità.


IN GRAVIDANZA

La sudamina è una situazione tipica dei bambini, ma qualora dovesse interessare una donna gravida valgono le stesse indicazioni dei bambini.