Malattie

STOMATITE



COS’E

La stomatite è un processo infiammatorio che può interessare le diverse parti interne del cavo orale con presenza di afte: piccole ulcere rotondeggianti o ovalari della mucosa orale, dolenti con margini netti, alone rosso e fondo giallo-grigiastro. La stomatite aftosa, spesso ricorrente, costituisce la patologia della mucosa orale più frequente (prevalenza nella popolazione generale: 10-30%). Colpisce qualunque fascia di età, dai neonati agli anziani.


CAUSE

I fattori che predispongono all'insorgenza della stomatite possono essere di varia natura:

  • alterata composizione della saliva
  • malattie infettive
  • scarsa igiene orale
  • carenze alimentari (di vitamina B1, B6 e B12, carenza di ferro)
  • presenza di malattie sistemiche croniche
  • immunodeficienza
  • traumi
  • protesi inadeguate
  • terapie chemioterapiche e radioterapiche
  • l'azione degenerativa delle carie
  • gengiviti
  • stress
  • uso di alcuni farmaci
  • disfunzioni ormonali e metaboliche
  • compromissioni della flora batterica
  • tabagismo
  • alcool
  • ingestione di cibi piccanti 

SINTOMI

La stomatite si manifesta presentando i seguenti sintomi:

  • all'inizio sensazione di bruciore localizzato, dove successivamente si forma un nodulo sottomucoso, sopra il quale la mucosa diventa necrotica e si ulcera
  • dolore locale molto intenso che aumenta durante la masticazione
  • arrossamento della mucosa orale
  • insorgenza di pustole;
  • insorgenza di afte che hanno solitamente un diametro di circa 4 millimetri
  • alitosi
  • sanguinamento delle gengive
  • aumento nella secrezione salivare
  • febbre ed ingrossamento dei linfonodi

La stomatite si può presentare in forme diverse con sintomi differenti:

  • Stomatite aftosa: è la forma più comune ed è caratterizzata, appunto, dalla comparsa di afte all'interno della bocca
  • Stomatite erpetica: è caratterizzata dalla presenza di piccole vesciche nelle parti molli mucose causata dall'herpes simplex
  • Stomatite da nicotina: la causa è legata all'uso di tabacco e può essere risolta semplicemente fumando di meno o abolendo completamente il fumo
  • Stomatite di Vincent: è un’infiammazione che può portare ad alitosi, aumento delle ghiandole dei linfonodi, forti febbre e dolori, e persino alla necrosi delle parti colpite. Le cause possono essere diverse, dalla cattiva igiene orale, alla malnutrizione, ma anche lo stress e la privazione del sonno
  • Stomatite cancrenosa: è la forma più grave della malattia, che nel 70-80 % dei casi può portare anche alla morte. I tessuti molli del cavo orale sono talmente infiammati e/o infettati da compromettere anche le parti muscolari del viso. Chi ne è colpito, infatti, spesso ricorre alla chirurgia plastica a causa della deturpazione
  • Stomatite da avvelenamento: è una forma di stomatite scatenata dal contatto con composti chimici nocivi come l’arsenico, i metalli pesanti, il bismuto o il piombo

DURATA

Nell'80% dei casi si tratta di ulcere aftose minori, di piccole dimensioni, che in genere guariscono entro 7 giorni senza lasciare cicatrici. Nel 10-12% dei casi invece possono verificarsi le ulcere aftose maggiori uniche o multiple con diametro di 1-2 cm, profonde e molto dolorose, che persistono per 3-6 settimane, e lasciano una cicatrice.


DIAGNOSI

Se la stomatite aftosa tende ad essere troppo frequente o a dare quadri particolarmente severi, è opportuna una valutazione internistica per ricercare eventuali patologie sistemiche associate.


TERAPIA

La stomatite viene trattata con le seguenti terapie:

  • forme lievi: usare lenitivi locali ripetutamente durante il giorno (preparati topici a base di aloe e altre sostanze vegetali, blandi anestetici di superficie, preparati topici a base di vitamina E)
  • forme più severe: preparati topici corticosteroidei ma limitandone l’uso per il rischio di sovrainfezioni batteriche e/o micotiche

Inoltre è utile seguire alcuni consigli:

  • evitare tutte le sostanze che causano la stomatite (inclusi farmaci e/o particolari alimenti verso cui si hanno allergie o intolleranze)
  • attenta igiene orale: lavare i denti dopo ogni pasto e sciacquare bene la bocca con un colluttorio e utilizzare il filo interdentale regolarmente
  • sospendere (o eliminare) l'uso di alcol, caffè e tabacco
  • check-up odontoiatrico e mantenere un’eventuale  protesi pulita

COMPLICANZE

La stomatite non trattata o curata male può creare una infezione da miceti (funghi) con comparsa di una patina cremosa biancastra aderente alla mucosa.