Malattie

OTITE



COS’E’

L'otite è un’infiammazione dell’orecchio medio provocata da batteri o virus, in genere secondaria ad un’infezione del naso o della gola, propagatasi attraverso la tromba di Eustachio. E' una delle più frequenti infezioni del tratto respiratorio superiore nel bambino fra i 2 e i 5 anni. Oltre l’80% dei bambini al di sotto dei 3 anni di vita presenta almeno un episodio di otite media acuta (OMA) e in circa un terzo dei soggetti si evidenzia una significativa ricorrenza degli episodi. Ha l’andamento stagionale del raffreddore con la punta massima nel I trimestre invernale.


CAUSE

I bambini possono presentare otiti con maggiore frequenza rispetto agli adulti per diversi motivi:

  • le trombe di Eustachio sono più corte e più orizzontali rispetto a quelle degli adulti e questo permette ai batteri e ai virus di penetrare e rimanere nell'orecchio medio con maggiore facilità
  • le trombe di Eustachio sono più strette e meno rigide, quindi più soggette a ostruzioni,
  • le adenoidi, ovvero le strutture ghiandolari collocate nella parte alta del retro della gola vicino alle trombe di Eustachio, nei bambini sono più grandi e possono interferire con l’apertura delle trombe di Eustachio

Germi maggiormente responsabili:

  • haemophilus influenzae
  • streptococcus pneumonite
  • virus respiratorio sinciziale
  • M. catarrhalis
  • S. pyogenes.

Altri fattori predisponesti:

  • l’esposizione al fumo di sigaretta

CONTAGIO

Le infezioni dell’orecchio come l'otite non sono contagiose, però può essere trasmesso il raffreddore che le provoca.


SINTOMI

L'otite si manifesta presentando i seguenti sintomi:

  • otalgia (mal d'orecchio)
  • ipoacusia (sordità)
  • sintomatologia aspecifica delle malattie infettive delle vie aeree:  febbre, astenia, malessere generale
  • in molti casi l’essudato compare solo nei giorni successivi all’esordio della malattia, quindi la sua assenza non necessariamente esclude la diagnosi di otite media

DURATA

In caso di infezione da otite, con l'adeguata terapia, il miglioramento è immediato, talvolta dopo appena 48 ore, ma la terapia antibiotica va comunque continuata, pena la mancata remissione completa dell'infezione. Inoltre il 40% dei bambini presenta essudato auricolare ancora dopo un mese dalla diagnosi  e nel 10% può essere presente fino al III mese.


DIAGNOSI

La diagnosi dell'otite può essere fatta tramite:

  • diagnosi clinica
  • otoscopia: arrossamento, estroflessione e vivo dolore alla membrana timpanica, presenza di essudato
  • timpanometria

TERAPIA

La terapia per l'otite consiste nella somministrazione di:

  • antidolorifici
  • antibiotici sia per uso locale che per bocca 

COMPLICANZE

In rari casi l’infezione da otite può estendersi alle strutture circostanti e causare:

  • mastoiditi
  • labirintiti
  • meningiti
  • ascessi cerebrali

Infezioni recidivanti possono portare ad un processo cronico ed ogni nuova infiammazione può aggiungere danni il cui esito finale può essere la perdita dell’udito.