Malattie

OSSIURI O VERMI INTESTINALI



COSA SONO

Gli ossiuri sono vermi intestinali responsabili della più comune parassitosi intestinale umana dovuta all'Oxyuris Vermicularis, un verme piccolo bianco, molto mobile e filiforme le cui uova maturano nella regione anale e perineali mentre nelle bambine si possono trovare anche nella zona vulvare, tra le piccole e grandi labbra; raramente si vedono nelle scariche. 

L’ossiuriasi è diffusissima nei bambini a tutte le età; la frequenza nei lattanti può arrivare al 40-70%.


CONTAGIO

L’infestazione da ossiuri avviene per via orale portando alla bocca le mani sporche dopo essere state a contatto con oggetti contaminati. Nei bambini è frequente la reinfestazione: grattandosi il bimbo entra in contatto con le uova e le può ingoiare mettendo le mani in bocca.Ci si infesta tramite l’ingestione delle microscopiche uova del verme. Queste uova, dopo essersi dischiuse nell’intestino, danno origine in circa 1 mese al verme adulto, la cui femmina depone le uova a livello dell’orifizio anale. È importante precisare che le persone che contraggono questa parassitosi non sono sporche: si può prendere l'enterobio indipendentemente da quante volte ci si lava.


SINTOMI

L'infestazione da ossiuri provoca i seguenti sintomi:

  • prurito intorno all’ano soprattutto notturno, causato proprio dalla migrazione notturna dei parassiti.
  • eczema o un’infezione batterica intorno al retto
  • nelle bambine l’infezione da ossiuri potrebbe diffondersi alla vagina e causare un’infezione vaginale caratterizzata da perdite. Può essere possibile, ma è raro, vederli a occhio nudo nelle feci.

Al prurito anale si possono aggiungere altri sintomi:

  • manifestazioni allergiche (orticaria, eczemi, eritemi)
  • disturbi gastroenterici (nausea, vomito, dolori addominali, irregolarità dell’alvo)
  • perdita di peso

DIAGNOSI

Gli ossiuri si vedono con facilità a occhio nudo. Altrimenti si possono diagnosticare nei seguenti modi:

  • “scotch-test”: una linguetta di nastro adesivo viene applicata sull’orifizio anale alle prime ore del mattino e lasciato per 15 minuti: le femmine e le loro uova aderiscono allo scotch consentendo successivamente la diagnosi al microscopio
  • in molti casi i parassiti provocano un aumento degli eosinofili (è un particolare tipo di globulo bianco) nel sangue

TERAPIA

La terapia in caso di infestazioni da ossiuri è la seguente:

  • uno sciroppo specifico vermicida una sola volta in un’unica dose, ma vista la facile reinfezione, si consiglia di ripetere la somministrazione 15 giorni dopo. Il farmaco in genere viene prescritto anche a tutta la famiglia per eliminare l’infezione
  • una crema per alleviare il prurito
  • rimuovere e lavare in lavatrice (a 60°C) la biancheria intima (inclusi i pigiami) e del letto
  • l’uso degli asciugamani deve essere strettamente personale fino alla seconda somministrazione del farmaco
  • lavare frequentemente le mani e tenere le unghie corte, per limitare l’accumulo sotto di esse delle uova in corso di grattamento

PREVENZIONI

Per prevenire l'infestazioni da ossiuri è utile seguire alcuni suggerimenti:

  • lavare le mani dopo essere andati in bagno, dopo aver giocato fuori, e prima di mangiare
  • fare la doccia o il bagno e cambiare l’intimo ogni giorno
  • tenere corte e ben pulite le unghie dei bambini
  • non grattarsi intorno al sederino
  • non mangiarsi le unghie

SCUOLA E SPORT

La riammissione a scuola e la ripresa delle attività sportive può avvenire dopo 24 ore da quando si è preso, per la prima volta, il farmaco specifico.