Malattie

MUGHETTO



COS’E

Il mughetto o candidosi del cavo orale, è il nome popolare dato a un’infezione della bocca causata da un fungo, la Candida Albicans. Il nome scientifico del Mughetto è in realtà Moniliasi orale. Interessa circa il 30% dei bambini tra i primi giorni di vita e i 2-3 mesi d’età.


CONTAGIO

Il mughetto può essere contratto alla nascita, durante il parto per via vaginale, se la mamma è affetta da candidosi vaginale. Può essere acquisito subito dopo la nascita, nella nursery, attraverso oggetti o mani infette.

Il fungo può infatti colonizzare anche il materiale poroso di ciucci e tettarelle, oltre al capezzolo della mamma, per cui spesso il mughetto recidiva se non si adottano scrupolose norme di sterilizzazione o il capezzolo non venga anch'esso trattato. I neonati sono maggiormente soggetti a tali infezioni perchè hanno un sistema immunitario relativamente poco efficiente nei confronti dei funghi. 


SINTOMI

Il mughetto si manifesta con la comparsa di piccole placche bianche di forma irregolare all'interno della bocca, sulla lingua, sul palato e sulle guance. È facile confonderlo con eventuali residui di latte, ma questi si asportano con facilità, mentre le placche sono molto ben aderenti. In assenza di un intervento, i punti bianchi tendono a confluire e a formare una patina continua. Questa patina, aderente alle parti interne delle guance e sulla lingua, può essere fastidiosa al punto tale da creare difficoltà alla suzione. Spesso dunque il primo segno del mughetto è la mancata voglia di succhiare da parte del bambino associato a pianto irrefrenabile: la suzione infatti può essere dolorosa. Quando l’infezione si trasmette dalla bocca del piccolo al seno della madre, i capezzoli appaiono arrossati, particolarmente sensibili o dolenti.


DURATA

L’infezione da mughetto, trattata in modo corretto, regredisce fino a scomparire nel giro di 10-15 giorni.


DIAGNOSI

Il mughetto viene diagnosticato clinicamente.


TERAPIA

Per il trattamento del mughetto viene suggerita la seguente terapia:

  • antifungini da applicare, dopo le poppate, con una garzina sulle zone colpite cercando di asportare in modo molto leggero la patina biancastra
  • estendere le applicazioni anche al capezzolo e all'areola se il bambino è allattato al seno
  • sterilizzare con cura tettarelle e ciucci 

PREVENZIONE

Il mughetto si può prevenire seguendo alcuni accorgimenti:

  • Se si allatta il bambino usando latte in polvere oppure si usa il ciuccio, è importante pulire a fondo la tettarella e il succhiotto in acqua calda dopo ogni utilizzo
  • se si allatta al seno e i capezzoli sono arrossati e doloranti, è possibile che i capezzoli siano stati infettati dalla candida e che ci si contagi a vicenda ad ogni poppata
  • pulire delicatamente la bocca del bambino, subito dopo la poppata, con una garzina sterile imbevuta di soluzione fisiologica, per rimuovere tutti i residui di latte