Malattie

MASTITE



COS'E'

La mastite è l’infiammazione della ghiandola mammaria. Esistono varie forme di mastite, acute e croniche;  tra le mastiti acute la più nota  e frequente  è la mastite puerperale che insorge durante l'allattamento al seno; più rare sono le mastiti acute non puerperali che  possono insorgere anche per motivazioni indipendenti dall'allattamento. Esistono poi diversi tipi di mastiti croniche dovute a svariati fattori e le mastiti dovute a un eccesso transitorio di estrogeni: la mastite dei neonati e la mastite della pubertà.

Comunemente però, quando si parla di "mastite", si fa riferimento alla mastite acuta puerperale, connessa cioè all'allattamento al seno. Questo tipo di mastite, in genere monolaterale,  nella maggior parte dei casi si verifica entro i primi tre mesi di allattamento, ma può insorgere anche più tardivamente. 


CAUSE

Le cause della mastite possono essere le seguenti:

  • Ostruzione di un dotto: se durante le poppate un seno non si svuota completamente, uno dei dotti può ostruirsi, far accumulare il latte e causare l’infezione del seno.
  • Lesioni e ragadi sui capezzoli (ma la mastite può anche svilupparsi in assenza di lesioni)
  • Penetrazione di germi favorita dalla fisiologica dilatazione dei dotti galattofori che si verifica nella fase dell’allattamento
  • Scarsa igiene locale
  • Uno scorretto posizionamento del lattante e una conseguente suzione inefficace
  • Uso di reggiseni troppo stretti che ostacolano il deflusso del latte
  • Precedenti episodi di mastite durante l’allattamento: se in passato si ha già sofferto di mastite è più probabile che se ne soffra ancora

Gli agenti eziologici più spesso coinvolti nella mastite puerperale sono lo stafilococco aureo, lo streptococco, più raramente il  gonococco.

In età adolescenziale o adulta la mastite non puerperale può essere di origine ematogena (per esempio il tifo) oppure di tipo traumatico. 


SINTOMI

I sintomi della mastite possono essere le seguenti:

  • malessere generale
  • febbre
  • tensione, calore e arrossamento della mammella (spesso il seno è rosso solo nella zona intorno al capezzolo)
  • gonfiore del seno
  • dolore forte, localizzato

DIAGNOSI

La diagnosi della mastite si basa sulla visita e sui sintomi.


TERAPIA

La terapia per la cura della mastite può prevedere:

  • Antibiotici per 10-14 giorni e nonostante la sintomatologia scompaia in 24-48 ore dall’inizio della terapia, è importante completare il ciclo per minimizzare il rischio di ricadute
  • Analgesici: paracetamolo o ibuprofene
  • Cambiamenti nella tecnica di allattamento

In caso di formazione di ascesso può essere necessario intervenire con l'incisione chirurgica.


COMPLICANZE

La mastite può dar seguito ad alcune complicanze quali:

  • Ascesso mammario
  • Linfangite
  • Mastite interstiziale e mastite parenchimale

PREVENZIONE

La mastite può essere prevenuta seguendo alcuni accorgimenti:

  • il bambino si deve attaccare correttamente al seno durante l'allattamento
  • la mammella deve essere svuotata completamente prima di offrire l'altra
  • le mammelle devono venire alternate a ogni poppata. Se il bambino si attacca solo per alcuni minuti al secondo seno, oppure lo rifiuta, iniziate ad allattare da quel lato nella poppata successiva
  • porre una notevole attenzione all'igiene delle mammelle:  il seno deve essere lavato sia prima di allattare sia a poppata terminata; non è necessario (anzi può essere sconsigliabile) ricorrere a pomate unguenti o soluzioni detergenti; è invece necessaria un’igiene scrupolosa da effettuarsi con acqua. Anche le mani devono essere lavate con cura prima di iniziare ad allattare; opportuna anche l’igiene della biancheria

CONSIGLI

Alcuni importanti consigli in caso di mastite:

  • Continuare ad allattare. Interrompendo l’allattamento si verrebbe a creare un ulteriore ristagno di latte che aggraverebbe l’infiammazione del seno. Non è dannoso per il bambino perché l’infezione è al livello del tessuto che si interpone tra gli alveoli e i dotti e non arriva a compromettere il latte.
  • Se fosse troppo doloroso allattare, sarebbe utile usare un tiralatte cercando di svuotare bene la mammella e riprendere l’allattamento appena possibile. 
  • Applicare una borsa d’acqua calda.  Nel caso di problemi a svuotare una parte del seno, è possibile mettere un asciugamano caldo e umido sul seno oppure fare una doccia calda prima di allattare o tirare il latte. La guarigione della mastite è favorita dal riposo e dall'applicazione di impacchi caldi (prima di allattare) e freddi (dopo aver allattato)
  • Bere molta acqua
  • Indossate un reggiseno per l’allattamento