Malattie

DERMATITE ATOPICA



COS’E’

La dermatite atopica è una malattia cronica della pelle la cui comparsa avviene solitamente nella primissima infanzia, ma che può perdurare nell'età adulta. La prevalenza della dermatite atopica è del 10-20% nei bambini e 1-3% negli adulti. Nel 45% dei pazienti il disturbo è diagnosticato prima dei 6 mesi di età mentre nel 70-80% dei casi, il problema si presenta prima dei 5 anni di età. La remissione avviene in adolescenza nel 60-70% dei casi, anche se la ricaduta probabilmente può verificarsi in età adulta. L’esordio dopo i 30 anni è molto raro. È indipendente dal sesso.


CAUSE

La dermatite atopica nasce dall'interazione di fattori ambientali dovuti allo stile di vita occidentale (inquinamento, fumo, riscaldamento, etc) e genetici (familiarità: parenti con dermatite atopica o altre malattie atopiche) mentre alcuni fattori come freddo, vento, caldo eccessivo possono contribuire a peggiorarla.


SINTOMI 

La dermatite atopica si manifesta con la comparsa di chiazze rosse tendono ad evolvere in bolle con la fuoriuscita di siero nei bambini e in squame secche, negli adulti. La loro presenza interessa un po’ tutte le parti del corpo ma, in genere all'età di 2-6 mesi esordisce sulle guance, per poi interessare la pelle dell’interno dei gomiti, dei polsi, e il retro delle ginocchia, spesso, nei bambini che strisciano e poi gattonano, anche gli avambracci e la parte inferiore delle gambe. Occasionalmente possono essere coinvolti anche il collo, le caviglie e i piedi. La pelle della zona colpita si presenta arrossata e molto pruriginosa, appare umida e con ferite da grattamento, se grattata, dando origine poi a croste. La pelle nel suo insieme è costantemente secca.


DURATA

Nella maggioranza dei casi la dermatite atopica inizia prima dei 5 anni di età e tende poi spontaneamente a scomparire negli anni 


DIAGNOSI

La diagnosi della dermatite atopica è essenzialmente clinica, basata quindi solo sull'evidenza dei sintomi, non esistendo un preciso marker di laboratorio.

Non esiste una cura per la dermatite atopica: la guarigione può verificarsi spontaneamente dopo mesi o anni ma spesso il disturbo persiste per molto tempo con fasi di relativo benessere alternate a fasi di riacutizzazione più o meno gravi che possono richiedere l’uso del cortisone.

La terapia efficace è quella che la previene le complicanze e le riacutizzazioni, con l'obiettivo di:

  • ridurre il prurito e l’infiammazione
  • limitare le infezioni cutanee
  • diminuire l’impiego del cortisone
  • prevenire l’aggravamento dell’allergia

Questa terapia si può suddividere in 4 fasi:

  1. Fase I: idratante, con sali da bagno ad azione idratante per facilitare la penetrazione dell’acqua nella pelle
  2. Fase II: detergente, con detergenti igienizzanti ed emollienti per ridurre la concentrazione di batteri e funghi
  3. Fase III: ricostruttiva, con creme ricostruttive ed emollienti per favorire la ricostruzione della pelle
  4. Fase IV: lenitiva, con creme disarrossanti e lenitive per ridurre l’infiammazione della pelle

COMPLICANZE

La dermatite atopica può provocare il sorgere di alcune complicanze:

  • infezioni batteriche, nel 90% dovute allo Stafilococco aureo
  • infezioni virali, soprattutto Herpes Simplex, Mollusco contagioso e Papilloma virus anche se non si conosce il motivo della maggior suscettibilità alle infezioni virali
  • infezioni fungine e da lieviti: le infezioni fungine di superficie sono più comuni nei soggetti atopici e possono contribuire ad esacerbare la dermatite atopica

ACCORGIMENTI

Ecco alcuni utili accorgimenti:

  • le creme grasse vanno usate nella stagione fredda quando la pelle è più secca, le creme magre sono indicate nelle stagioni calde.
  • le creme sono maggiormente efficaci se applicate in giusta quantità: per trattare una superficie pari al palmo di una mano, applicare una piccola quantità di crema sulla prima falange del dito indice
  • il sapone va usato poco, meglio preferire prodotti delicati, specifici per la prima infanzia
  • dopo il bagno, la pelle va tamponata con un asciugamano di cotone e spalmata con creme idratanti, prive di profumi e conservanti
  • non coprire troppo il bambino per evitare che si riscaldi in modo eccessivo ed usare tutine in puro cotone con cuciture esterne
  • le unghie del bambino vanno tenute sempre pulite per evitare che, graffiandosi, infetti la pelle