Malattie

BRONCHIOLITE



COS’E’

La bronchiolite è un’infezione virale acuta del sistema respiratorio che interessa le piccole vie aeree dei bambini di età inferiore a due anni. E’ una malattia tipica dei primi due anni di vita (la maggioranza dei casi si verifica nel primo anno); si manifesta soprattutto in inverno e inizio primavera.


CAUSE

Il 75% dei casi di bronchiolite è causata dal virus respiratorio sinciziale (RSV). Altri agenti patogeni per la bronchiolite sono:

  • virus parainfluenzali
  • Adenovirus    
  • Mycoplasma  
  • Rinovirus       
  • Virus influenzali        
  • Enterovirus

Molto probabilmente il processo deriva da un’estensione dell’infiammazione dalle vie aeree superiori ai distretti periferici dell’albero bronchiale e arriva a coinvolgere anche la mucosa bronchiale. Può derivare pertanto da una banale infezione delle alte vie respiratorie.


INCUBAZIONE

Il virus della bronchiolite ha un'incubazione di 4-5 giorni.


CONTAGIO

La trasmissione avviene primariamente per contatto diretto con secrezioni infette. La fase di contagio dura tipicamente da 6 a 10 giorni.


SINTOMI

La prima fase della malattia è caratterizzata da rinorrea (scolo di secrezione dal naso), tosse e febbre ed è indistinguibile da quella di altre infezioni virali delle prime vie aeree. Nel progredire della malattia si ha  difficoltà respiratorie con bassa saturazione dell’ossigeno e polipnea (più di 80 atti respiratori al minuto).

Altri sintomi sono:

  • cianosi (uno stato di colorazione bluastro della pelle e delle mucose)
  • tosse stizzosa
  • febbre moderata
  • talora segni di disidratazione
  • sibili espiratori

DURATA

La bronchiolite tende a regredire in pochi giorni. La fase acuta iniziale dura circa un paio di giorni. 


DIAGNOSI

La diagnosi è soprattutto clinica. La radiografia del torace è aspecifica, cioè non da indicazioni sufficienti.  E' indispensabile il monitoraggio della saturazione dell'ossigeno con il saturimetro. 


PROGNOSI

Nella maggior parte dei casi la bronchiolite non presenta alcun rischio, con guarigione in circa 7 giorni. In soggetti cardiopatici o che abbiano presentato un peso molto basso alla nascita o con rachitismo, la bronchiolite può rappresentare una malattia molto grave, che mette in pericolo la vita.


TERAPIA

La bronchiolite è una patologia di origine virale pertanto la terapia è solo sintomatica (ovvero si basa solo sulla cura dei sintomi):

  • lavaggio del naso
  • umidificare gli ambienti
  • somministrare ossigeno

Gli antibiotici non servono se non nei casi di sovrainfezione batterica; in casi particolarmente gravi possono essere utili gli antivirali. 

I bambini che necessitano di ospedalizzazione rientrano nei seguenti criteri:

  • Condizioni generali compromesse
  • Età < 3 mesi
  • Frequenza respiratoria > 70 atti/min
  • Incapacità assumere la quota di liquidi adeguata al fabbisogno

Circa il 3% dei bambini ricoverati per bronchiolite presenta un’insufficienza respiratoria acuta tale da richiedere il ricovero in terapia intensiva.


COMPLICANZE

La bronchiolite può dare origine a diverse complicazioni se la diagnosi non è tempestiva:

  • polmonite interstiziale
  • scompenso cardiaco
  • otite media acuta

La mortalità è del 2% ma nei bambini prematuri, malnutriti o affetti da cardiopatie congenite.

L’infezione da virus respiratorio sinciziale, responsabile della bronchiolite, contratta nell’infanzia sembra predisporre alla BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva) in età adulta.