Malattie

CISTITE



COS’E’

La cistite è una patologia infiammatoria della vescica urinaria la maggior parte delle volte di natura infettiva, caratterizzata dalla presenza di una significativa carica batterica. La cistite predilige il sesso femminile per la conformità anatomica (uretra più breve e vicino all'ano). Circa il 25% delle donne ne’ sono affette con una fascia di eta’ compresa trai 20 ed i 50 anni.


CAUSE

Le cistiti batteriche vengono provocate in alta percentuale dai batteri che vivono nel colon :

  • Escherichia coli per l’80 %
  • Klebsiella dal 10 al 15 %
  • Proteus Mirabilis e da altri microrganismi intestinali.

I fattori che possono predisporre a maggiori proliferazioni di batteri sono:

  • cattiva igiene intima
  • utilizzo di assorbenti interni durante il ciclo mestruale
  • utilizzo di detergenti intimi aggressivi o a ph scorretto
  • abusi alimentari
  • abuso di antibiotici, cortisonici, farmaci in genere

SINTOMI

La cistite si presenta con i seguenti sintomiche possono essere presenti tutti o singolarmente:

  • stato di malessere
  • forte dolore sovrapubico o al basso intestino accompagnato alla sensazione di non aver svuotato la vescica completamente
  • bruciore durante la minzione
  • Pollachiuria: aumento del numero di minzioni durante le 24 ore, accompagnato dalla riduzione del volume dell’urina per ogni atto minzionale
  • Disuria: difficoltà nell'urinare con l’urina che viene eliminata a gocce
  • Stranguria: dolore o bruciore durante la minzione, talvolta accompagnato da freddo e brividi
  • Tenesmo vescicale: fastidiosa sensazione di un urgente desiderio di urinare, con urine torbide e a volte maleodoranti
  • Talvolta perdita di sangue insieme all’urina
  • Febbre

DIAGNOSI

La diagnosi per la cistite prevede:

  • valutazione dei sintomi
  • l'esame delle urine
  • urinocoltura con eventuale antibiogramma per capire a quale antibiotico è sensibile la colonia di batteri identificata

Se le cistiti si verificano con una certa frequenza può essere opportuno approfondire meglio la situazione e associare gli esami microbiologici ad accertamenti di tipo urologico, ginecologico, gastroenterologico ed endocrinologico.


TERAPIA

La terapia per la cistite consiste nell'assunzione di:

  • antibiotici a largo spettro
  • antibiotici mirati nel caso sia stata eseguita l’urinocoltura con antibiogramma
  • bere molta acqua

COMPLICANZE

La crescita ed il successivo sviluppo dei batteri della cistite, può avvenire nei reni (Pielonefrite), nell'uretra (Uretrite) e nella prostata (Prostatite).


PREVENZIONE

Per la prevenzione della cistite si consiglia di:

  • bere molto e spesso, per diluire la carica batterica presente nelle urine e  per evitare recidive
  • non trattenere a lungo le urine e recarsi a urinare appena si sente lo stimolo, per evitare che i batteri restino troppo tempo in vescica
  • durante l’igiene intima,la detersione deve avvenire dalla parte anteriore verso quella posteriore in modo da evitare che batteri fecali possano essere trascinati verso la vagina e da lì, attraverso l’ uretra, arrivare alla vescica
  • attuare un'accurata igiene personale, specie nei giorni del ciclo e dopo i rapporti sessuali
  • non indossare indumenti troppo stretti e prediligere biancheria intima bianca di cotone rispetto a tessuti sintetici che possono favorire irritazioni e proliferazione batterica
  • evitare l’utilizzo comune di asciugamani e biancheria intima

IN GRAVIDANZA

Per la prevenzione della cistite si consiglia di:

  • bere molto e spesso, per diluire la carica batterica presente nelle urine e  per evitare recidive
  • non trattenere a lungo le urine e recarsi a urinare appena si sente lo stimolo, per evitare che i batteri restino troppo tempo in vescica
  • durante l’igiene intima,la detersione deve avvenire dalla parte anteriore verso quella posteriore in modo da evitare che batteri fecali possano essere trascinati verso la vagina e da lì, attraverso l’ uretra, arrivare alla vescica
  • attuare un'accurata igiene personale, specie nei giorni del ciclo e dopo i rapporti sessuali
  • non indossare indumenti troppo stretti e prediligere biancheria intima bianca di cotone rispetto a tessuti sintetici che possono favorire irritazioni e proliferazione batterica
  • evitare l’utilizzo comune di asciugamani e biancheria intima